Il Museo del Profumo di Firenze è pronto a sedurre enologi, chef ed appassionati

Il profumo è un’emozione prepotente e forte, travolgente e indomita.


Che odore ha un profumo? Profuma di rose selvatiche, di fiori di campo, di vita e colori. Profuma di un’emozione sospesa nel temo e destinata a durare in eterno.

museo del profumo di Firenze


Un profumo ha il colore della tua anima.

museo del profumo di Firenze


Il rosso è il colore della mia anima, perché sono una donna decisa, combattiva, forte e passionale. Chanel n°5 è il profumo che amo perché gelsomino,rosa, muschio si combinano in un boquet provocante per uno stile eterno. La mia musica è il Jazz, perché il bello della vita sta nell’improvvisazione.


museo del profumo di Firenze

Come nasce un profumo? Qual è il segreto per rendere una fragranza unica e irresistibile? La risposta a questa ed altre domande è tutta racchiusa nella dimora di Lorenzo Villoresi in Via dei Bardi 12 a Firenze.

Il suo Museo del Profumo di Firenze nell’antico quartiere di San Niccolò, un tempo frequentato solo da principesse arabe, star americane e pochi eletti, apre le porte al pubblico di curiosi ed è finalmente pronto ad accogliere appassionati e visitatori da ogni dove.

Il regno del grande Lorenzo moderno non sarà solo atelier, ma luogo di studio e conoscenza, percorsi ed esperienze sensoriali capaci di regalare forti emozioni. Villoresi ha unito due dimore quattrocentesche creando un’unica immensa camera delle meraviglie dedicata all’amore della sua vita: il profumo. Mille metri quadri su tre livelli di immersione nel regno olfattivo di Villoresi con partenza al piano terra con un’olfattoteca divulgativa.

museo del profumo di Firenze

Il giardino interno della dimora è usato per la coltivazione di piante aromatiche e come luogo ristoro destinato alla pausa caffè. Essendo un museo a tutti gli effetti, sono presenti anche una biblioteca, uno spazio di documentazione e uno showroom dedicato a libri, fragranze e alle collezioni private di Villoresi.

Al piano superiore si terranno corsi e seminari in aule informatiche e saranno organizzati eventi dedicati alla scoperta degli antichi mestieri dello speziale e dell’alchimista. Lo scopo è quello di attirare l’attenzione non solo degli addetti ai lavori, ma coinvolgere anche enologi, chef, studenti e autodidatti.

L’idea di Villoresi è quella di proporre visite olfattive e degustazioni guidate nel suo Museo del Profumo di Firenze.

museo del profumo

Sapevate che Follow Style Passion è il primo blog al mondo che profuma? Scoprite di più leggendo il nostro approfondimento e lasciate un commento se vi è piaciuto questo articolo.

 

 

Il rosso è il colore della mia anima, perché sono una donna decisa, combattiva, forte e passionale. Chanel n°5 è il profumo che amo perché gelsomino,rosa, muschio si combinano in un boquet provocante per uno stile eterno. La mia musica è il Jazz, perché il bello della vita sta nell’improvvisazione.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer